Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Domani mattina potrebbe lasciare l'incarico al Governo

Cosentino pensa alle dimissioni per evitare la sfiducia


Cosentino pensa alle dimissioni per evitare la sfiducia
14/07/2010, 16:07

Mercoledì alla Camera si dovrebbe esaminare la mozione di sfiducia nei confronti del sottosegretario all'Economia Nicola Cosentino. Il condizionale è d’obbligo, data la velocità di cambiamento in corso.
La proposta è stata avanzata oggi da Pd, Idv e Udc ed è stata accolta dal presidente della Camera Gianfranco Fini. È stata dura la reazione della maggioranza: ''La decisione di Fini e' grave perché contrasta con la maggioranza del Parlamento''.
La richiesta impegna dunque il governo ad invitare "Nicola Cosentino a rassegnare le dimissioni da sottosegretario di Stato per l'Economia e le finanze in merito ad una vicenda che riguarda l'esistenza di un gruppo di persone, che trova udienza in esponenti del governo tra i quali il sottosegretario di Stato per l'Economia e le finanze Nicola Cosentino, che risulta indagato in materia di associazioni segrete e scioglimento della associazione denominata Loggia P2".
Appena saputa la decisione di Fini una voce sempre più insistente si fa sentire negli ambienti del PDL campano: Cosentino starebbe per dimettersi da sottosegretario.
Scacco matto dal numero uno del partito di Berlusconi in Campania, quindi.
Le indiscrezioni trapelate dalle stanze del Popolo della Libertà danno per certe le dimissioni già pronte, da confermare, se vere, entro domani mattina.
Dunque Nicola Cosentino starebbe per lasciare l’incarico di Governo per dedicarsi unicamente a quello di coordinatore regionale della Campania, oltre a restare parlamentare.
Una decisione, che se confermata dai fatti, renderebbe nulla la decisione di Fini presa in mattinata, e indebolirebbe maggiormente la sua posizione nei confronti del Premier, salvando Cosentino dalla sfiducia.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©