Politica / Regione

Commenta Stampa

Confusione e voci discordanti all’interno del Pdl

Cosentino ritira le dimissioni. Anzi, no


Cosentino ritira le dimissioni. Anzi, no
19/02/2010, 19:02

NAPOLI – Nicola Cosentino ha deciso di fare un passo indietro e di ritirare le dimissioni. Anzi, è ancora dimissionario ma forse le ritirerà tra poco. Oppure, le dimissioni restano irremovibili. Tre linee differenti, ma che si rincorrono in queste ore lungo i corridoi del potere del Pdl. Secondo fonti a lui molto vicine, Nicola Cosentino avrebbe deciso di riprendere entrambi gli incarichi nel pomeriggio di oggi, dopo un incontro a Roma col Premier. Berlusconi, che già aveva respinto le dimissioni da entrambi gli incarichi, sarebbe riuscito a convincerlo a tornare sui suoi passi. La parola chiave sarebbe stata “elezioni”. Se Cosentino cambiasse idea, infatti, anche su pressione del Cavaliere, si accelererebbe una normalizzazione dei rapporti col Pdl, che costituirebbe un ostacolo in meno in vista della imminente chiamata alle urne.
Per lo staff di Cosentino, si tratta invece solo di supposizioni e voci. L’ex sottosegretario ed ex coordinatore regionale del partito resta tale, nessun ripensamento e nessuna intercessione decisiva. La portavoce di Cosentino ha specificato che nessun ritiro delle dimissioni è ipotizzabile senza precisi segnali dai vertici del Pdl. Gli stessi vertici che, insomma, avevano dato l’ok alla candidatura di Zinzi su Caserta, consegnando la provincia di Terra di Lavoro all’Udc e scatenando l’ira funesta di Nicola Cosentino.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©