Politica / Politica

Commenta Stampa

E poi ad organi costituzionali e così via

Cottarelli propone tagli anche alla spesa per i partiti


Cottarelli propone tagli anche alla spesa per i partiti
19/03/2014, 12:11

ROMA - Oltre ai tagli di spesa sulle pensioni e ai licenziamenti di massa dei pubblici dipendenti, Carlo Cottarelli ha presentato anche delle proposte per tagliare i costi della politica. Innanzitutto prevede un taglio dei finanziamenti pubblici ai partiti, rispetto alla legge appena varata, di altri 900 milioni in tre anni. 

Altre economie verrebbero dall'abolizione del Senato, già prevista da Renzi, e dalla fusione dei comuni al di sotto dei 5000 abitanti. Altri risparmi verrebbero dal divieto di cumulo tra la pensione e le retribuzioni pubbliche. 

Ancora, è previsto un taglio del 25% delle spese per gli organi costituzionali. Ed infine una misura a costo zero. Attualmente, quando si pagano le tasse, ognuno di noi versa la somma in banca, che poi trasferisce i soldi alla Banca Centrale, ricevendo una provvigione. L'idea sarebbe quella di creare un conto speciale attivo in ogni banca, in modo che i soldi restino su una sorta di "conto diffuso" a disposizione dello Stato. Per il cittadino non cambierebbe nulla, mentre lo Stato risparmierebbe circa 400 milioni di euro. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©