Politica / Politica

Commenta Stampa

Cozzolino (Pd), Si avvia a perdere 4 mld fondi europei

"Per nascondere disastro, risorse andranno ad altre Regioni"

Cozzolino (Pd), Si avvia a perdere 4 mld fondi europei
25/06/2013, 15:53

“La Campania si avvia a perdere definitivamente tutte le risorse del ciclo dei fondi comunitari 2007-2013, per una cifra complessiva a pari a circa 4 miliardi di euro. Quello che è ancora più grave è che si tenterà di mascherare questo disastro facendo venire meno il vincolo di territorialità per la Campania sugli investimenti in questo ciclo di programmazione, dirottando i fondi non utilizzati alle altre Regioni, e si faranno slittare tutti gli interventi irrealizzati, in primo luogo i grandi Progetti, sul ciclo 2014-2020”, afferma il vice capodelegazione del Pd al Parlamento europeo Andrea Cozzolino che ha presentato un’interrogazione urgente alla Commissione Europea per chiedere chiarimenti sullo stato del Por Campania.

“Nei soli grandi Progetti presentati dalla Regione Campania – afferma - risultano impegnati 2miliardi e 800 milioni di euro, pari a oltre il 60% del totale complessivo del programma rimodulato, ma a parte le opere per la metropolitana, non risulta ancora cantierato nessun altro intervento e, di conseguenza, non risultano pagamenti effettuati. E infatti, a fronte di impegni di spesa complessivi per l’80% dell’intero programma 2007-2013, la spesa certificata si aggira intorno al 20%. Più delle percentuali, parlano però le cifre assolute: al 31 maggio 2013 la Regione Campania ha certificato pagamenti a valere sul Fesr per un totale di 1miliardo e 52 milioni di euro, con un incremento annuo di soli 325milioni di euro. È praticamente impossibile, con questo target di spesa, completare il programma nei prossimi due anni”.

“Infatti, il Por Campania 2007-2013 non si realizzerà mai. E per negare il disastro, la Campania sta provando a cedere le sue quote di finanziamenti comunitari al livello nazionale per redistribuirle in tutte le Regioni, caricando la futura programmazione delle opere che oggi non vengono realizzate. Dopo il danno, quindi, sta per arrivare anche la beffa: dei fondi europei della Campania che la Regione non ha saputo spendere, ne beneficeranno i cittadini di altre regioni. Per questo è necessario che l’Europa e il governo nazionale intervengano al più presto. Prima che i cittadini campani paghino, anche per il futuro, in termini di mancato sviluppo e perdita di opportunità di crescita, gli errori di questa Giunta Regionale”, conclude Cozzolino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©