Politica / Napoli

Commenta Stampa

Tracollo finanziario per la società

Crisi ASTIR, licenziati 463 dipendenti


.

Crisi ASTIR, licenziati 463 dipendenti
26/03/2013, 10:22

NAPOLI - Nonostante le ripetute manifestazioni di protesta dei dipendenti ASTIR, nulla da fare per i 463 lavoratori per i quali si avvia la procedura di licenziamento.
Non c’è stata alcuna evoluzione positiva dopo la seduta del Consiglio Regionale, dove è stata esaminata la proposta di legge per poter arginare il tracollo finanziario della società.
E’ caduta nel dimenticatoio anche la proposta di accedere agli ammortizzatori sociali, risoluzione presentata dai responsabili regionali ma rifiutata marcatamente dai sindacati per le mancate garanzie da parte della nuova società “ Campania ambiente”.
Con la lettera di licenziamento destinata ai lavoratori, si conferma che per la Regione Campania non ci saranno più commesse, commesse cessate con la fine del 2012. Tagli e austerity hanno accentuato un tracollo finanziario reso già precario da debiti accumulati dalla società.
Si parla di un deficit pari a 27 milioni di euro per il 2011.
L’Astir, ex Recam, era stata anche nell’occhio del ciclone di alcune inchieste.
Infatti, indagini eseguite dai carabinieri del NOE evidenziarono illeciti nell’ambito della gestione dei rifiuti, settore che non competeva alla società, in quanto sprovvista di regolare autorizzazione.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©