Politica / Politica

Commenta Stampa

Crisi, Coppola (Commercialisti): "coniugare rigore e sviluppo"


Crisi, Coppola (Commercialisti): 'coniugare rigore e sviluppo'
04/06/2012, 17:06

NAPOLI – “La crisi ha fatto comprendere a tutti l’importanza di una politica che sappia coniugare rigore e sviluppo negli investimenti. Il nostro appello è che non si guardi esclusivamente ai dati economico-finanziari, ma ci sia grande attenzione anche alle tematiche sociali, ambientali e inter-generazionali. Gli investimenti, insomma, non devono considerare solo la gestione del patrimonio, ma contribuire a stimolare e sostenere la professione”. Lo ha detto Achille Coppola, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, aprendo il forum “L’investimento sostenibile e responsabile per le Casse di previdenza professionali”, che si è tenuto oggi presso la sede dell’Ordine partenopeo. Il convegno è stato organizzato dalla Commissione Economia ambientale in collaborazione con il Forum per la Finanza Sostenibile nell’ambito della Settimana dell’SRI.

“In passato un diverso approccio in tema di investimenti avrebbe permesso di evitare alcuni importanti crac a livello nazionale e regionale. Puntare sull’investimento sostenibile e responsabile, pratica diffusa nei principali Paesi europei, è una necessità”, ha invece dichiarato Vincenzo Moretta, consigliere segretario Odcec Napoli. “I vantaggi sono etici ed economici, e anche sotto il profilo del rapporto rischio/rendimento le garanzie sono ampie”.

Un tema di estrema rilevanza per un investitore previdenziale, come ha ribadito Sergio Nunziante, presidente dell’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza a favore dei Biologi: “Gli investimenti sono fondamentali, ma non va dimenticato che i fondi pensionistici hanno vincoli da rispettare che spesso impediscono di guardare alla bontà dell'investimento. Per questo molto spesso si cerca di guardare al rendimento”.

Secondo il consigliere Cnpadc Giuseppe Puttini “gli investimenti al servizio del Paese rappresentano un leit-motiv degli ultimi tempi, come nel caso dell'housing sociale. Le ultime richieste, in sostegno dei bond strutturali, potrebbero vedere l’interesse degli Enti, che si impegnano per garantire investimenti che siano prudenti”.

Clementina Chieffo, presidente della Commissione Economia Ambientale Odcec Napoli, ha infine evidenziato che “l’Ordine di Napoli si è sempre dimostrato sensibile in merito alla sostenibilità, tanto che la prima Commissione di Economia Ambientale è nata presso l'Odcec, così come sono state sviluppate in questi anni iniziative come l'azionariato critico e l'osservatorio quotate”.

Al forum sono intervenuti anche Davide Dal Maso, segretario generale del Forum per la Finanza Sostenibile; Laura Frascaroli, referente del Piano Sostenibilità Area Finanza di Unipol Assicurazioni; Emmanuela Saggese, presidente AICEF e segretario generale Impegno Civile; il numero uno dell’Osservatorio Quotate Odcec Napoli Gianfranco Tortorano; Giuseppe Chianese, presidente del Fondo Pensione Pegaso e Responsabile del Fondo Pensione Dirigenti ENEL; Antonio Bottillo, amministratore delegato Natixis Global Asset Managemen NGAM SA Italia.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©