Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma la strada dell’economista sembra in salita

Crisi Governo: dimissioni di Berlusconi, ora tocca a Mario Monti


Crisi Governo: dimissioni di Berlusconi, ora tocca a Mario Monti
13/11/2011, 09:11

ROMA –  Dopo le dimissioni del Premier Silvio Berlusconi, ora tocca a Mario Monti. L’incarico all’economista, che dovrebbe traghettare l’Italia in acque più calme, arriverà  entro domani. Esultano le opposizioni e i  cittadini che ieri hanno contestato il Cavaliere, attendendo la notizia delle dimissioni davanti al Quirinale.   
Da domani sera dunque sarà l'ex commissario Ue il nuovo inquilino di palazzo Chigi? Chi può dirlo. Per ora  Monti può  contare sull'appoggio pieno delle attuali opposizioni e, alla fine, anche del Pdl che dopo giorni di discussioni, e rischi di spaccature, ha accettato di sostenere un esecutivo tecnico ponendo però dei precisi 'paletti': primo fra tutti l'ingresso di Gianni Letta nel governo. Anche se quest’ultimo  ha  annunciato al “Colle” di fare un passo indietro, con senso "di responsabilità e dello Stato", per "evitare di essere un problema o un ostacolo".
Chi invece non sembra essere disposta a cambiare idea è la Lega Nord pronta già, come ha annunciato Umberto Bossi, a "fare l'opposizione".
 Il nuovo esecutivo avrà poi il sì compatto di Pd, Udc e Terzo Polo mentre l'Italia dei Valori si riserva di ufficializzare il suo appoggio dopo aver valutato il programma del nuovo governo.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©