Politica / Politica

Commenta Stampa

Missione del premier negli States: invito alla Casa Bianca

Crisi: Monti a colloquio da Obama il prossimo 9 febbraio

Sul tavolo temi internazionali: anche la situazione italiana

Crisi: Monti a colloquio da Obama il prossimo 9 febbraio
24/01/2012, 10:01

ROMA – Il premier Mario Monti sarà alla Casa Bianca, a colloquio con il presidente Barack Obama, il prossimo 9 febbraio. In agenda vi saranno dossier molto importanti, tra i quali non poteva non fare la sua comparsa quello della crescita economica del Paese. Tema caro ad entrambi e quasi sicuramente Monti e Obama partiranno proprio da qui. A dimostrarlo, il doppio comunicato istituzionale che annuncia il prossimo primo incontro tra i due. Palazzo Chigi parla dell’incontro alla Casa Bianca, puntando l’attenzione su una “approfondita discussione della situazione economica e finanziaria dell’Eurozona e – sottolinea la nota del governo italiano – sull’attuazione delle misure italiane per assicurare il consolidamento fiscale ed attuare riforme strutturali per far ripartire la crescita”. Sulla stessa linea, infatti, è il comunicato ufficiale della Casa Bianca, secondo il quale “i due leader discuteranno degli ampi passi che il governo italiano sta compiendo, per ristabilire la fiducia dei mercati e dare nuovo vigore alla crescita economica attraverso riforme strutturali”. In altre parole, il Professore verrà ascoltato da Obama per avere lumi sull’andamento dell’economia italiana, in una prospettiva internazionale. Alla Casa Bianca, dove Monti è stato invitato, si parlerà anche di altri temi, regionali e globali: degli sviluppi della Primavera Araba, a seguito anche della recente missione in Libia del presidente del Consiglio italiano, del processo di pace in Medio Oriente e della situazione regionale in Afghanistan, oltre che dei principali temi G8 e Nato, in vista dei Vertici di Chicago di maggio. È così che il governo Monti ottiene un riconoscimento ufficiale da parte degli Stati Uniti. Tra l'altro, l'apprezzamento del presidente americano nei confronti dell'operato della squadra del Professore non è mai stato un mistero, ma ora a ufficializzarlo è l'incontro del 9 febbraio.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©