Politica / Politica

Commenta Stampa

Profumo e Gnudi a Napoli in visita in una scuola di Scampia

Crisi, Profumo: "Misure per coniugare rigore e crescita"

Siglato protocollo "Sport per crescere"

Crisi, Profumo: 'Misure per coniugare rigore e crescita'
08/05/2012, 16:05

"Per uscire dalla crisi, ci vogliono misure che cerchino di coniugare il rigore con la crescita". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo, a margine della sua visita a Città della Scienza a Napoli dove, insieme al ministro del Turismo e dello Sport, Piero Gnudi, è giunto dopo aver siglato nell’Istituto Carlo Levi di Scampia un accordo di programma per la diffusione della pratica sportiva nelle scuole. "La sfida con il Governo e l'Europa - ha affermato - è questa e a questa soluzione bisogna lavorare". "La situazione è generale - ha concluso - non riguarda solo il nostro Paese, ma l'economia dell'Europa".

Il protocollo di intesa firmato nella scuola del quartiere di Scampìa prevede quattro progetti, per un impegno totale da parte del Ministro dello Sport di 4 milioni di euro. Il contributo servirà ad ampliare i programmi di "Alfabetizzazione motoria" nella scuola primaria, in particolare negli istituti che si trovano in aree periferiche e con alta presenza multietnica. Il ministero dello Sport investirà 2 milioni di euro a sostegno del programma, avviato nel 2009 dal Miur e dal Coni, che coinvolgerà circa 100 mila studenti in più.

Il secondo progetto, finanziato con 1 milione di euro da parte del Ministero dello Sport, servirà ad organizzare le finali nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi nelle discipline maggiormente praticate.

Il terzo progetto, "Sport e legalità", punta alla promozione attraverso lo sport dei valori di lealtà, correttezza e rispetto delle regole nelle scuole che si trovano in aree di disagio sociale.

Infine, il quarto progetto (finanziato con 500 mila euro) riguarda la promozione dello sport in alcuni penitenziari minorili. Gli Istituti scolastici dei penitenziari minorili potranno presentare progetti. I più interessanti, selezionati da una commissione, riceveranno un contributo.

Il ministro dell'Istruzione ha poi sottolineato che un primo concorso destinato alle scuole ci sarà subito dopo l'estate. "Già in questo primo concorso - ha aggiunto - ci sarà una grande attenzione per il sapere stare in classe, gestire comunità che devono essere stimolate". La seconda sezione di concorso, invece, si terrà nel a tarda primavera del prossimo anno. Profumo ha, infine, ricordato che si è lavorato anche ad una revisione delle procedure dei concorsi volta allo snellimento di questi ultimi.

Nel pomeriggio il ministro ha visitato i laboratori di Città della Scienza e ha chiesto "quante idee ci siano ogni anno". "80", è stata la risposta. "Sono poche”, ha commentato Profumo. "Le università – ha proseguito - non devono solo formare bravi ingegneri, architetti, professionisti, ma persone che non cerchino solo un lavoro quanto, piuttosto, persone che siano in grado di creare posti di lavoro".

Infine, il ministro ha commentato l’esito delle elezioni comunali: "Nel voto delle amministrative ci sono elementi di preoccupazione legati al non voto. Si tratta di un segnale a cui bisogna dare grande attenzione".

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©