Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Crocifisso e Napolitano a scuola a Milano, il punto della Martino


Crocifisso e Napolitano a scuola a Milano, il punto della Martino
15/12/2009, 17:12


MILANO - Il liceo scientifico Einstein di Milano è in questi giorni al centro di un aggiornato compromesso storico. Il preside, attraverso la circolare "Arredo scolastico", ha sancito che i crocifissi rimarranno appesi alle pareti dell'istituto con al fianco l'immagine del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ad ispirare il dirigente scolastico è stata la Legge 28 luglio 1967, n. 641 "Nuove norme per l'edilizia scolastica e universitaria e piano finanziario dello intervento per il quinquennio 1967-1971". "Rispetto all'immagine del capo dello Stato non ho nulla da eccepire, anzi rammenta agli alunni il senso di legalità e delle istituzioni propri di una nazione democratica". Queste le parole della responsabile per Milano Annalisa Martino che aggiunge - "Non sono invece d'accordo sulla permanenza del simbolo cristiano perché la vera laicità si esprime con il pluralismo, senza imporre la presenza di simboli di culto a cattolici non legati alle icone, ad ebrei, a mussulmani o ad atei. La religiosità - conclude l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro - è un fatto intimo che nulla ha a che fare con facili trattative per la coesistenza di sensibilità antitetiche".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©