Politica / Parlamento

Commenta Stampa

CSM: un'altra defezione dopo le accuse di Alfano


CSM: un'altra defezione dopo le accuse di Alfano
12/06/2009, 16:06

Dopo le dimissioni di tre componenti del CSM, che si sono ritenuti offesi dalle parole del Ministro per la Giustizia Angelino Alfano sulla politicizzazione e la lottizzazione all'interno della magistratura, oggi è toccato ad un quarto consigliere: Ciro Riviezzo, rappresentante togato del Movimento per la Giustizia e già componente dell'organismo di Palazzo dei Marescialli incaricato di effettuare le nomine di PM e Giudici. Il consigliere Riviezzo ha mandato una lettera al comitato di Presidenza avvertendo che non parteciperà ai lavori del CSM finchè "non sarà ricostituita nella sua attuale composizione" e "non sarà ripristinato il necessario clima di fiducia e credibilità nel suo operato, senza il quale non è possibile attendere ai delicati compiti che le sono attribuiti".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©