Politica / Politica

Commenta Stampa

Dopo il forte pressing della sua area

Cuperlo accetta la presidenza del Pd

L’ufficializzazione domenica all’assemblea

Cuperlo accetta la presidenza del Pd
13/12/2013, 16:35

ROMA  - Dopo il forte pressing della sua area, in particolare dei “Giovani Turchi”,  Gianni Cuperlo  ha deciso di dire sì al ruolo di presidente del Pd, accettando così la candidatura offertagli da Matteo Renzi. L'elezione di Cuperlo, primo sfidante del sindaco di Firenze alle primarie del partito democratico tenutesi l'8 dicembre, avverrà domenica all'Assemblea del Pd che proclamerà Renzi segretario. Alle primarie dell'8 dicembre Renzi ha avuto il 67,55% dei voti, Cuperlo il 18,21%, mentre al terzo concorrente Pippo Civati è andato il 14,24%. Nella nuova segreteria nominata lunedì da Renzi, e composta da under-40, non c'è alcun esponente vicino a Cuperlo, mentre il responsabile dell'economia Filippo Taddei è un sostenitore di Civati. L'offerta della presidenza ha creato divisioni nel gruppo, in gran parte composto da ex Ds - il partito che insieme alla Margherita ha dato vita al Pd - che sosteneva Cuperlo. Secondo i giornali, contrari a un accordo erano sia Bersani che l'ex premier Massimo D'Alema, mentre a favore si sarebbe pronunciato  il vice ministro all'Economia Stefano Fassina.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©