Politica / Parlamento

Commenta Stampa

DA ARCORE BOSSI FA UN PRIMO BILANCIO, A DUE MESI DALLA NASCITA DEL GOVERNO


DA ARCORE BOSSI FA UN PRIMO BILANCIO, A DUE MESI DALLA NASCITA DEL GOVERNO
06/07/2008, 09:07

"Il Governo è a rischio, ma non sarà la Lega a farlo cadere, a meno che il federalismo non venga bocciato": a confermarlo è Umberto Bossi da Arcore, in occasione di una festa organizzata dalla Lega. Bossi si è riferito alle parole dette in questi giorni da Walter Veltroni, che ha sottolineato il clima di contraddizione all'interno della coalizione di maggioranza, attribuendo le responsabilità di questa precarietà alla Lega Nord, ala estrema del Pdl.
Bossi ha replicato con il cavallo di battaglia del suo partito: il federalismo, che sia auspicabile venga fatto in un clima di dialogo e collaborazione politica.
 Un messaggio lo ha riservato anche all'opposizione, ribadendo la sua volontà di proseguire il dialogo sulle riforme: "Io sono un uomo che tratta e mi aspetto un atteggiamento propositivo. Se non ci dovesse essere una risposta, voglio ricordare che abbiamo un milione di uomini disposti a battersi perché la Padania non ha paura di nessuno". Riprendendo poi un suo vecchio slogan, ha aggiunto: "La libertà si conquista se non la dà il Parlamento".
Nel suo intervento, il leader della Lega Nord ha trattato anche il tema intercettazioni, contestando le affermazioni, impopolari ma non del tutto ingiustificate, del premier. Quindi ha sottolineato come ci sia un rischio per la democrazia: "Stiamo diventando come la Ddr ai tempi della Stasi e dei servizi segreti".
Non ha quindi risparmiato la magistratura e la sinistra che la difende "perché ha paura di non prendere i voti di Di Pietro".
 "La magistratura - ha aggiunto - quando sbaglia va criticata anche perché la paghiamo noi e non ci sono magistrati lombardi". Sui rifiuti ha poi ribadito che Berlusconi "ha fatto un miracolo" e che la Lega non ha mai cambiato idea: "Se avessi detto mesi fa quando è scoppiato il problema di portare i rifiuti in Lombardia avrebbero fatto arrivare tutta l'immondizia della Campania. Invece prima devono darsi da fare a Napoli e poi si può parlare di farli arrivare in Lombardia. Il termovalorizzatore parte ed è un risultato".

 

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©