Politica / Regione

Commenta Stampa

Da mercoledì 30 il servizio di trasporto pubblico locale in provincia di Caserta


Da mercoledì 30 il servizio di trasporto pubblico locale in provincia di Caserta
28/05/2012, 17:05

E’ stato firmato oggi l’accordo per l’avvio, a partire dal 30 maggio prossimo, del servizio di trasporto pubblico locale in provincia di Caserta da parte della società CLP Spa.

La firma odierna ratifica l’intesa sulla vertenza ACMS raggiunta giovedì scorso nel corso di una riunione a cui hanno preso parte l’assessore al Lavoro Severino Nappi, nella qualità di coordinatore della Cabina di Regia per la gestione delle crisi e dei processi di sviluppo della Regione, il presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi, gli amministratori delegati di CLP SpA Carlo Esposito e Francesco Viale, i rappresentanti delle segreterie regionali e territoriali FILT CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI, UGL TRASPORTI, FAISA CISAL, i dirigenti degli assessorati regionali al Lavoro e ai Trasporti, della Provincia e del Comune di Caserta.

Nel corso della riunione, convocata per definire le problematiche che hanno sinora impedito la ripresa del servizio nella Provincia di Caserta, già gestito dall’ex Società ACMS e affidato fino al 31.12.2012 alla Soc. CLP SpA., sono state assunte le seguenti decisioni:

● tutte le unità ex ACMS, salvo quelle che decidono di rimanere iscritte nelle liste di mobilità, passano alla nuova società con il profilo professionale e relativo parametro di provenienza, nel rispetto delle disposizioni normative e contrattuali;

● saranno attuate le procedure previste dall’accordo regionale del 27 dicembre 2011 e dall’integrazione allegata allo stesso, con particolare riferimento alla riqualificazione del personale indiretto per la collocazione nei servizi diretti, all’esodo incentivante ed ai contratti di solidarietà difensivi;

● la CLP S.p.A. è autorizzata a presentare all’ assessorato al Lavoro della Regione domanda di ammissione ai benefici garantiti dalla misura <CIG PIU’>, prevista dal Piano Regionale “Campania al Lavoro!”, per un numero di lavoratori corrispondente alla differenza tra il personale in servizio presso l’ACMS alla data del fallimento e le unità previste dal contratto di servizio stipulato da CLP, detratti i lavoratori che decideranno di restare iscritti nelle liste di mobilità;

● vengono confermate le intese cui si è pervenuti in data 8 maggio con l’Assessorato ai Trasporti; garantito il mantenimento degli aumenti periodici di anzianità (A.P.A.); riconosciuta l’anzianità di servizio maturata presso l’azienda di provenienza utile per l’eventuale attribuzione di un successivo aumento periodico di anzianità (A.P.A.); riconosciuta la guida effettiva aziendale maturata presso l’azienda di provenienza, utile, per determinate categorie di lavoratori, per l’acquisizione di ulteriori figure/parametri professionali; assicurati i trattamenti economici e normativi previsti dal CCNL Autoferrotranvieri 23 luglio 1976 e sue successive modificazioni ed integrazioni, per la sola parte relativa alle aziende associate all’Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori (ANAV) dal momento che la CLP spa aderisce ad ANAV; garantito l’integrale riconoscimento del contratto di II livello stipulato dall’Anav regionale ed applicato dall’azienda CLP SpA; erogato un assegno ad personam agli operatori di esercizio.

Le parti si sono altresì impegnate ad individuare gli strumenti giuridici utili a consentire all’azienda di fruire di tutte le agevolazioni fiscali e contributive che la legge in materia consente.

L’assessorato ai Trasporti, la Provincia di Caserta ed il Comune di Caserta, per quanto di competenza, garantiranno in via prioritaria, in considerazione della peculiarità della vicenda, la tempestiva erogazione dei ratei allo scopo di permettere il puntuale pagamento degli oneri in favore del personale.

“Chiudiamo – ha detto l’assessore Nappi – una intesa importante, con l’adesione da parte delle diverse le forze in campo, che consentirà il ripristino del servizio nella provincia di Caserta e la salvaguardia dei posti di lavoro.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©