Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Arrivato anche il sì dal Governo

D’Alema verso gli Esteri Ue, Baffetto di ferro ringrazia


D’Alema verso gli Esteri Ue, Baffetto di ferro ringrazia
30/10/2009, 21:10

MILANO – Massimo D’Alema è stato indicato dai leader progressisti europei tra i candidati per la carica a ministro degli Esteri europeo, e Palazzo Chigi ha già fatto sapere che l’Italia sosterrà la sua candidatura. “Non mi sono candidato a nulla, la notizia mi è giunta da Bruxelles e io ne prendo atto”, ha detto Baffetto di ferro, riferendosi all’annuncio della sua candidatura, per poi continuare: “Sono onorato di questo fatto. So che ci sono altri candidati più forti di me. Non ritengo di avere molte possibilità ma il fatto di essere inserito in questa short-list mi onora”.
L’ex ministro degli Esteri si è poi detto grato al governo italiano, che si è espresso favorevolmente sulla candidatura. “La nota di Palazzo Chigi, - ha spiegato, - è molto apprezzabile nel senso che considera prioritaria l’eventualità, che vorrei che venisse considerata come tale”. A chi gli ha chiesto dei tempi per la decisione del candidato, D’Alema ha replicato dicendo che potrebbe trattarsi di una decina di giorni. Palazzo Chigi, in una nota, aveva comunicato che “qualora emergesse, in concreto la possibilità per l’Italia di ottenere l’assegnazione di una di quelle cariche, il governo valuterà con serietà e responsabilità le candidature capaci di assicurare all’Italia un incarico di così alto prestigio”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©