Politica / Regione

Commenta Stampa

D'Angelo: Grido dolore da "Terra dei fuochi"

Non resti inascoltato

D'Angelo: Grido dolore da 'Terra dei fuochi'
11/07/2013, 14:14

La consigliera regionale del Pdl Bianca D'Angelo ha diffuso la seguente nota: «Il grido di dolore di coloro che abitano nella “terra dei fuochi” non può e non deve rimanere inascoltato. L’evidenza è che in queste zone ci si ammala di tumore molto più che altrove. Siamo sommersi di rifiuti tossici e sui terreni si coltiva perfino verdura e frutta. I rifiuti urbani così come quelli industriali rappresentano un problema per la salute dei campani e soprattutto per coloro che vivono in determinate zone della nostra Regione.
In un Paese civile avremmo dovuto cominciare le bonifiche, così da dare la possibilità alla popolazione di credere in un futuro più sano, dal momento che in determinate zone si è sotterrato di tutto e muoiono di tumore anche i bambini. Si continua a discutere sterilmente senza prendere provvedimenti, mentre i cittadini hanno bisogno di atti concreti.
La Campania per troppo tempo è stata la pattumiera dell’Italia: è il momento delle bonifiche e servono interventi nazionali ed europei. Solo così il nostro territorio potrà tornare in futuro ad essere quello di una Campania Felix. Mi chiedo quindi: dove sono finiti i soldi dell'Ue per le bonifiche ? Nel 2011 ci fu l'iniziativa ed il voto contrario, in aula a Bruxelles, dell'ex eurodeputato Luigi De Magistris, quando si discuteva di stanziare risorse per la Campania. In quel momento sicuramente De Magistris non pensava di diventare sindaco di Napoli, ma chi ama la propria terra non può votare in questo modo. Non possono esserci posizioni ideologiche quando c'è in discussione il benessere ed il futuro del proprio territorio».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©