Politica / Napoli

Commenta Stampa

D’Angelo (Pdl): "Solidarietà all’imprenditore Del Giudice"


D’Angelo (Pdl): 'Solidarietà all’imprenditore Del Giudice'
16/11/2012, 11:15

La consigliera regionale del Pdl Bianca D’Angelo, componente dell’Ufficio di Presidenza, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Leggo con sconforto misto a rabbia la grave denuncia dell’imprenditore Del Giudice, messo in difficoltà dalla Pubblica amministrazione. Dopo aver eseguito, nei tempi record richiesti, le opere sulla scogliera collegate all’evento della Coppa America, ancora non è stato pagato: il tutto mentre gli americani hanno già avuto le spettanze per i diritti all’evento del 2012 e parte del 2013. Ormai gli enti sono divenuti nemici delle imprese e del mercato sano. Ma in che razza di Paese viviamo se un imprenditore onesto che svolge il suo lavoro è messo in difficoltà dallo Stato e dagli enti pubblici incapaci di pagare i lavori eseguiti ? Le piccole e medie imprese sono la spina dorsale della nostra economia: investono, generano lavoro e non chiedono soldi pubblici. Non capisco perché gridiamo allo scandalo quando un imprenditore sposta all’estero le sue produzioni, viste le condizioni in cui si lavora in Italia. Il governo nazionale guidato dai tecnici sembra ormai solo capace di tassare e punire chi lavora ed investe: in questo modo tutto ciò che di buono ancora c’è rischia di rimanere mortificato e schiacciato da uno Stato incapace di creare condizioni dove il mercato produce e crea occupazione. Il Sindaco De Magistris, sempre in prima linea quando si tratta di sbandierare il fantomatico lungomare liberato, faccia qualcosa affinché l’azienda che ha eseguito i lavori venga pagata. Il disciplinare di gara e il contratto prevedevano il pagamento per le ditte direttamente dal Comune di Napoli grazie ai fondi Fesr 2007-2013. I Fondi sono stati trasferiti dalla Regione al Comune in un’unica soluzione. E’ incomprensibile, quindi, che non si paghino le imprese che hanno effettuato i lavori».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©