Politica / Politica

Commenta Stampa

Questa volta si parla del finanziamento ai partiti

Ddl anticorruzione: lite tra M5S e Lega


Ddl anticorruzione: lite tra M5S e Lega
16/11/2018, 16:56

ROMA - Ancora tensione tra Movimento 5 Stelle e Lega sul disegno di legge contro la corruzione. Questa volta oggetto del contendere è la norma sulla trasparenza dei finanziamenti ai partiti. Infatti, nel ddl era previsto un limite minimo di 500 euro per i finanziamenti dei privati a partiti senza pubblicità; oltre questa cifra, bisogna indicare il nome in un apposito elenco on line. Ieri sera il Movimento 5 Stelle aveva presentato in commissione un emendamento che innalzava tale soglia a 2000 euro (oggi è a 50 mila euro); oggi ne ha presentato un altro che riabbassa la soglia a 500 euro. 

Un su e giù che alla Lega non è piaciuto, tanto che sono a riunione per decidere il da farsi. Ma anche il Pd ha vivacemente protestato per questo sistema tipo doccia scozzese. Dopo l'ennesimo rinvio (le Commissioni Affari Co0stituzionali e Giustizia erano convocate alle 15, ma poi il governo le ha fatte rinviare alle 19), il Pd ha annunciato che non rientrerà per la discussione, perchè "ad una farsa non si collabora", come ha detto il deputato Stenfano Ceccanti. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©