Politica / Politica

Commenta Stampa

Ddl Diffamazione: il senato dice si al "salva-direttori"

Il giornalista va in carcere, il direttore paga una multa

Ddl Diffamazione: il senato dice si al 'salva-direttori'
22/11/2012, 13:02

ROMA - Arriva il si de Senato sulla norma “salva direttori”. Ovvero il provvedimento inserito nel ddl Diffamazione, che prevede che per lo stesso reato della diffamazione, il giornalista può andare in carcere con una pena fino ad un anno, mentre il direttore e il vice direttore devono sono tenuti a pagare una multa fino a 50mila euro. L’emendamento passa con 122 si, 11 no e 6 astenuti, battendo il governo, che aveva dato parere contrario “per ragioni tecniche”. Rimandato invece a lunedi il voto sull’articolo 1 del testo di legge. Il Partito democratico ha chiesto il voto segreto sull’articolo. I voti favorevoli sul “salva direttori” è arrivato da Pdl, Lega e Coesione Nazionale. Contrari: Pd, Udc e Idv.

 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©