Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Colpo di coda del governo: ancora più difficile intercettare

Ddl intercettazioni: emendamento a favore della P3


Ddl intercettazioni: emendamento a favore della P3
23/07/2010, 09:07

ROMA - Ancora un cambiamento, nella legge sulle intercettazioni, approvato nella commissione Giustizia della Camera dei Deputati. Ed è un cambiamento contro i magistrati: per i reati di corruzione, concussione, peculato, truffa, bancarotta, usura, si potranno disporre intercettazioni telefoniche solo se ci sono i gravi indizi di reato. Tanto per fare un esempio a caso, con la norma approvata giovedì sera, non si sarebbero mai potute disporre le intercettazioni telefoniche contro i membri della cosiddetta P3. Questa scelta è causata dalla cancellazione del cosiddetto "emendamento Falcone", cioè una norma che estende i poteri di indagine sui reati di mafia anche a tutti quei reati che sono più spesso collegati alla mafia stessa e che sono quelli sopra elencati. Il Pd si è opposto alla soppressione dell'emendamento Falcone, ma la maggioranza ha tirato dritto.
Inoltre è stato inferto un altro grave colpo alla segretezza delle indagini, con una norma che obbliga il Pm a depositare le intercettazioni fatte se si vuole chiedere una perquisizione, una ispezione o un sequestro. Di norma invece spesso perquisizioni, ispezioni e sequestri vengono utilizzati come verifica che quello che si sta ascoltando non sono millanterie; possibilità negata d'ora in poi.
Resta infine la norma che impone al blogger di ospitare l'obbligo di rettifica senza possibilità di replica entro 48 ore, se non si vuole incorrere in pesantissime sanzioni economiche. Problema che può essere facilmente risolto dal punto di vista tecnico (basta creare uno spazio dove chiunque può scrivere la rettifica che poi viene automaticamente pubblicata) ma su cui rimane il dubbio di una correttezza d'azione, considerando che il blogger non è regolarmente collegato, ma aggiorna la sua pagina in maniera saltuaria.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©