Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Di Pietro compra domini esteri per pubblicare intercettazion

Ddl intercettazioni: l'Idv occupa l'aula, e la base si mobilita



Ddl intercettazioni: l'Idv occupa l'aula, e la base si mobilita
09/06/2010, 23:06

ROMA - Protesta dell'Italia dei Valori contro la decisione del governo di imporre la questione di fiducia sul disegno di legge sulle intercettazioni: i 14 senatori hanno occupato l'aula. E la decisione è stata ben accolta dalla base del partito; anzi, a leggere sul blog di Antonio Di Pietro, leader dell'Idv, questa azione è considerata il minimo. Molti chiedono di fare anche di più (qualcuno esagera chiedendo addirittura il colpo di Stato), ma già questo è un segnale importante.
Ma non ci si è fermati lì. Il tam tam della rete è partito e si è organizzata una riunione, davanti al Senato, alle 11 di giovedì 10 giugno, proprio quando deve iniziare la discussione sulla fiducia.
Intanto Antonio Di Pietro ha già tirato fuori la sorpresa per aggirare uno dei principali bavagli di questa legge: il divieto di pubblicare intercettazioni etlefoniche. Parlando con i giornalisti al Senato, ha annunciato di avere comprato dei domini su server esteri in modo da pubblicare le intercettazioni senza poter essere condannati dalla legge italiana.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©