Politica / Regione

Commenta Stampa

No al mercato di assessori e consulenze

De Luca: non ho nè padroni nè padrini


.

De Luca: non ho nè padroni nè padrini
16/02/2010, 17:02

NAPOLI - "Non sono il terminale di potentati economici o politici o di clientele di partito, sono un uomo libero e non ho alle spalle né padroni né padrini". Così Vincenzo De Luca sindaco di Salerno e in corsa per la presidenza della Regione Campania per il centrosinistra, nel corso di un incontro con gli imprenditori, oggi nella sede dell'Unione industriali di Napoli.
Sono tre le 'cose' che Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno e candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Campania seguirà "personalmente" se dovesse vincere le elezioni della prossima primavera: sanità, bilancio e fondi europei. "Lo dico subito - ha affermato parlando a una platea di imprenditori riuniti oggi nella sede dell'Unione industriali di Napoli - così nessuno si mette a pensare al mercato degli assessorati. Non perdano tempo, chi ha altre aspettative se ne torni a casa". "Da questa parte non si contratta - ha aggiunto - perché la Giunta è un luogo di servizio e non di gestione di feudi e correnti di partito". De Luca torna, poi, sul tema dei consulenti e dice: "Come misura simbolica li mandiamo tutti via in 24 ore. Faccio arrivare i pullman della Sita (società di trasporto pubblico salernitana ndr) e li faccio portare a casa. La ricreazione è finita". Non risparmia neppure i dipendenti regionali. "Qualcuno si è spaventato - ha concluso - Se pensate di poter continuare a passeggiare per il Centro direzionale, fate bene ad avere paura perché le passeggiate sono finite e il footing si fa di mattina, alle sei".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©