Politica / Regione

Commenta Stampa

Intervista esclusiva alla nostra emittente - GUARDA IL VIDEO

De Magistris alla Julie: i dipendenti comunali saranno pagati

Decreto rifiuti è "morto". Preoccupazione per il Forum 2013

.

De Magistris alla Julie: i dipendenti comunali saranno pagati
27/07/2011, 19:07

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha rilasciato un’intervista alla Julie dopo l’incontro istituzionale con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Il primo cittadino, dimessosi dalla magistratura per guidare Napoli verso la rinascita, ha raccontato ai nostri microfoni la richiesta fatta a Berlusconi circa lo sblocco di fondi governativi dovuti non solo alla città di Napoli, ma anche ad altri comuni meno importanti per il pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali, che saranno garantiti entro la fine del mese. Inoltre, per quanto riguarda la questione rifiuti, Forum delle Culture e Bagnoli De Magistris ha specificato che la somma richiesta al Governo spetta alla città di Napoli, ma tarda ad arrivare perché i soldi devono essere destinati prima alla Regione che a sua volta ha l’obbligo di stanziarli al comune di Napoli. L’intoppo sta nello sforamento del patto di stabilità che lo stesso de Magistris ha proposto di bypassare con l’assegnazione diretta Stato – Comune senza immobilizzare lo sviluppo di Napoli. Per quanto riguarda il decreto sui rifiuti respinto dal Parlamento già due volte, il sindaco di Napoli lo ha già definito morto nonostante la voglia del ministro Prestigiacomo di far approvare tale provvedimento. Liguria, Emilia Romagna e Marche hanno però incassato i ringraziamenti del sindaco di Napoli per la solidarietà mostrata al Comune di Napoli. Sul Forum delle Culture, Luigi de Magistris si è detto preoccupato per i tempi stretti che intercorrono tra oggi ed il 2013 visto che l’intenso programma previsto per la perfetta riuscita dell’unico Grande Evento che Napoli ospiterà dopo il G8 di diversi anni fa, prevede un impegno istituzionale faticoso e molto difficile da organizzare in così poco tempo.

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©