Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sul volo della squadra azzurra. Polemiche dall'opposizione

De Magistris in Inghilterra tra America's Cup e Champions

Il sindaco vola oltremanica per la gara di vela ed il Napoli

.

De Magistris in Inghilterra tra America's Cup e Champions
14/09/2011, 13:09

L’aereo privato della SSC Napoli, atterrato ieri in terra inglese, ha lasciato nel cielo uno strascico di polemiche. A bordo la squadra azzurra, con tanto di presidente, e qualche ospite particolare. Il primo, il sindaco Napoli Luigi De Magistris, poco lord nello scroccare un passaggio fino alla terra estera, molto practical nelle intenzioni, dovute a riagguantare ua tappa dell'America's Cup. Ospite di De Laurentiis, il primo cittadino partenopeo è volato alla volta dell’Inghilterra. Lì dove, con aereo privato, erano giunti anche il governatore Caldoro e il presidente degli Industriali, Graziano. Tra i mugugni dell’opposizione, che ha accusato De Magistris di aver dribblato il consiglio comunale, la lunga giornata trascorsa oltremanica è iniziata con i buoni propositi per la città. Prima il dovere, innanzitutto, e l’appuntamento con l’Acea, che detiene i titoli dell’evento dell’America’s Cup, sfuggita dalle mani di Napoli per finire in quelle di Venezia. Poi il piacere, quello dello stadio City of Manchester dove gli azzurri giocano stasera contro i Citizens di Roberto Mancini. Il blitz inglese del sindaco è servito a trattare un accordo per avere almeno una tappa della Coppa America di vela, in programma nel 2012 e nel 2013, da far disputare a Bagnoli. Buone intenzioni, dunque. O meglio "importanti incontri istituzionali", così come li ha definiti il diretto interessato. Per quella che è stata una fuga molto contestata dalle parti, e che invece, vista dalla terra della Regina Madre, potrebbe rivelarsi politically correct.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©