Politica / Napoli

Commenta Stampa

Ultimo atto di manovre concordate

De Magistris junor al Forum, montano le polemiche


.

De Magistris junor al Forum, montano le polemiche
21/08/2013, 12:11

NAPOLI – E’ proprio il caso di dirlo: il contratto a Claudio de Magistris che finalmente ha trovato un lavoro remunerato, sembra essere l’ultimo atto di manovre concordate che nascono da lontano. C’è ben poco da cavillare in una circostanza che ha detta di molti appare finanche troppo chiara, specie sotto l’aspetto dell’investitura ufficiale che è stata affidata all’assessore alla cultura Nino Daniele, al quale il sindaco di Napoli ha posto una balia al fianco del calibro di Andreas Neumann per permettergli di concepire l’organizzazione del Forum, ormai molto poco universale, delle Culture. D’altronde era troppo sfacciato porre il fratellino Claudio alla guida del Forum, serviva un escamotage, cioè l’event organizer sudamericano Neumann, che costaterà ai napoletani 80mila euro, per poter infilare nel mazzo anche Claudio, magari dopo essersi lamentato un po sul fatto di fare il consulente gratis. Back stage e in stage coincidono, e il gioco è fatto, con Nino Daniele a benedire le nozze tra de Magistris junior e il Forum napoletano delle culture che giunge proprio come il cacio sui maccheroni dopo la maxi inchiesta su Coppa America e su tutto, ma proprio tutto quello che vi è gravitato intorno. Reazioni per nulla contrastanti quelle che leggiamo oggi sui maggiori quotidiani, tutte orientate a capire più che giustificare: scende in campo anche l’ex collega del sindaco Raffaele Cantone l’ex delfino della Rosa Russo Iervolino e padre del Forum Nicola Oddati, e il mondo politico che, da destra e da sinistra chiede al primo cittadino una sola cosa: “sindaco ma non è imbarazzato per niente?” Ovviamente, sottolineiamo noi della Julie, è imbarazzante girare questa domanda all’assessore alla cultura, magari facciamo rispondere direttamente alla balia sudamericana. Un fatto è certo, a Palazzo San Giacomo, come giustamente sottolinea il consigliere sospesosi dalla maggioranza Vasquez, “esiste un cerchio magico”, nell’ambito del quale tutto è possibile, e poco importa che sulle teste di molti pendano le indagini della Procura della Repubblica. Al sindaco de Magistris, persona intelligente e che non ha certo bisogno dei nostri consigli, piace sorprendersi e replicare a muso duro su situazione e circostanze per le quali ravvedersi sarebbe un obbligo morale prima che istituzionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©