Politica / Regione

Commenta Stampa

Sodano: "Servono tre siti di trasferenza"

De Magistris, rifiuti: "Berlusconi se ne frega di Napoli"

Conferenza stampa su stadio avanzamento problema

De Magistris, rifiuti: 'Berlusconi se ne frega di Napoli'
23/06/2011, 19:06

Conferenza stampa di aggiornamento sulla questione rifiuti. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, e l’assessore all’Ambiente, Tommaso Sodano, fotografano la situazione esistente, senza però sbilanciarsi troppo sull’ipotetica risoluzione. “Facciamo quello che il Comune può fare, stiamo mettendo tutte le energie economiche, che sono poche”, dichiara il neo sindaco, senza risparmiare le polemiche verso il Premier Berlusconi, che “non ha cuore la questione napoletana”, mentre Caldoro e Cesaro si stanno impegnando per la risoluzione.  “Il governo fino a questo momento non ha fatto nulla”, continua il sindaco, “in ogni caso continuiamo a ritenere che la strada non è lo stato di emergenza perché ci farebbe tornare a quelle condizioni che hanno consegnato la città ai poteri affaristici e criminali”. De Magistris annuncia controlli serrati da parte della polizia municipale circa i roghi ai rifiuti appiccati in questi giorni e annuncia nell’immediato la realizzazione di isole ecologiche. L’assessore Sodano lamenta invece il malfunzionamento del termovalorizzatore di Acerra: “Stanotte si è fermato anche il termovalorizzatore di Acerra, che è una vera schifezza. Fino alle 15 di oggi era ancora ferma l'unica linea in funzione. L'Asia sta facendo sforzi straordinari in condizioni economiche difficili”. Sui siti di trasferenza il vice di De Magistris dichiara che oltre a quello di Caivano, ne saranno necessari altri due, ovviamente senza citare gli ipotetici luoghi di destinazione.
In giornata vi è stata anche una telefonata tra il governatore della Campania, Stefano Caldoro e il ministro degli Esteri Franco Frattini, i quali hanno concordato “un’ iniziativa di coordinamento fra la Regione Campania e il Ministero degli Esteri per monitorare e favorire gli accordi transfrontalieri delle società comunali e provinciali che si occupano della raccolta con i Paesi che hanno dato la disponibilità con i loro impianti”.  Per leggere l'ordinanza scarica l'allegato in basso

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©