Politica / Regione

Commenta Stampa

"Non sceglieremo secondo la brutale convenienza"

De Mita: "Alle Regionali Udc andrà da sola"


.

De Mita: 'Alle Regionali Udc andrà da sola'
14/11/2009, 10:11


NAPOLI - Ciriaco De Mita ha ribadito la scelta dell'Udc di non allearsi né con il Pd, né con il Pdl alle Regionali in Campania. Parlando agli "Stati generali" dell'Udc alla presenza di alcuni esponenti del Pd, De Mita ha detto: "Non sceglieremo secondo la brutale convenienza. Vogliamo scegliere in maniera utile alla delegittimazione di questo bipolarismo bipartitico. A chi ci chiede che cosa sceglierete in Campania rispondiamo che la scelta è stata già fatta". "La decisione di andare da soli - ha detto De Mita - è ricca di motivazioni e non basta neanche che Umberto Ranieri dica che il perno del bipolarismo è l' alleanza tra Pd ed Udc. La coalizione deve essere ricca di pluralità". In un discorso di due ore, pieno di riferimenti autobiografici ed alle vicende politiche della Dc, De Mita si é rivolto più volte ai consilieri regionali del Pd Pietro Ciarlo e Michele Caiazzo, seduti in prima fila, per rilievi critici nei confronti delle scelte del Pd. Per il programma delle regionali il leader campano dell' Udc ha indicato tre priorità: rilanciare la competenza della Regione nelle infrastrutture primarie, un piano per lo sviluppo del turismo, che valorizzi territorio ed ambiente, ed il riordino dei servizi regionali. Sull' inchiesta nella quale è coinvolto il sottosegretario all' economia Nicola Cosentino, solo un rapido riferimento ("sono per le regole generali che non si applicano ad uno solo"). Quanto al ddl del governo sull' abbreviazioni della durata dei processi il presidente dell' Udc campano si è detto d' accordo con le posizioni del leader nazionale Pierferdinando Casini : "poiche il problema è quello di sottrarre il premier ai giudizi finché resta in carica, facciamo un lodo ma con legge costituzionale".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©