Politica / Regione

Commenta Stampa

De Siano: "Regione penalizza isole del golfo di Napoli"


De Siano: 'Regione penalizza isole del golfo di Napoli'
27/11/2010, 10:11


NAPOLI - “Mi appello al Presidente della Repubblica Napolitano, al premier Berlusconi ed al Presidente Caldoro: sono molto preoccupato per il futuro turistico delle isole del golfo di Napoli – ha esordito l’onorevole Domenico De Siano deputato alla Camera – Capri, Ischia e Procida rappresentano un quarto dei posti letto disponibili in tutta la Campania ed è impensabile che siano penalizzate in questo modo”. Sono le dure parole dell’onorevole De Siano anche presidente della Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti alla Regione Campania che si scaglia contro la decisione dell’Ente regionale di destinare i fondi relativi alla programmazione degli eventi relativi alle festività natalizie 2010-2011 del percorso tematico “Contrasti” al solo comune di Napoli ignorando tutti gli altri Enti territoriali che hanno partecipato al bando. “Tra gli Enti territoriali esclusi c’è l’Azienda Autonoma Cura Soggiorno e Turismo di Ischia e Procida che rappresenta quelle isole del golfo di Napoli che sono da sempre la locomotiva turistica dell’intera Regione e dove si registra sempre un grande afflusso di visitatori sia italiani che stranieri- continua De Siano – in questo modo si rende molto più difficile la seppur lenta ripresa economica del turismo isolano. Ma non solo, non bisogna dimenticare che l’emergenza rifiuti ha già causato danni irreparabili all’economia turistica e quest’ulteriore esclusione provocherà una notevole diminuzione delle presenze nelle attività ricettive. Invito dunque la Regione a ripartire il fondo in maniera equa, valutando i progetti e le manifestazioni di interesse dei vari Enti territoriali, senza privilegiare sempre e comunque la città Capoluogo. Dobbiamo rimboccarci le maniche per crescere insieme e per dare finalmente la spinta turistica che le amministrazioni di centrosinistra non hanno mai dato alla nostra terra”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©