Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Dopo la maratona oratoria di tre giorni

“Decreto del fare”, la Camera approva

Diverse le norme approvate

“Decreto del fare”, la Camera  approva
26/07/2013, 14:20

ROMA -   Dopo la maratona oratoria di tre giorni, la Camera,  ha approvato il decreto del fare. Tra le norme approvate lo stanziamento di 150milioni per la messa in sicurezza delle scuole. Agenda Digitale: implementata la “governance” sia della Cabina di Regia che dell'Agenzia. Domicilio digitale: la casella di posta elettronica certificata (Pec) è assegnata di diritto ad ogni cittadino ed è poi attivabile in via telematica dall'interessato; Wi-Fi: gli esercizi commerciali che lo offrono gratis, non dovranno più identificare il cliente che si connette. Fisco: Equitalia non potrà sequestrare il macchinario o il bene mobile se l'azienda o il professionista dimostra che esso e' ''strumentale'' alla propria attività. L'unica casa di abitazione non può essere pignorata. Per le partite Iva comunicazioni telematiche semplificate. Oggi era anche annunciato un incontro tra il presidente del Consiglio, Letta, e i parlamentari M5S. Sul tavolo l'ostruzionismo in aula alla Camera del movimento che chiedeva lo spostamento a settembre del disegno di legge costituzionale. L'incontro, cui dovevano partecipare anche il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, e quello per le Riforme costituzionali, Gaetano Quagliariello, è stato invece cancellato.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©