Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Decreto Gelmini: tutti i tetti occupati da Pisa a Reggio Calabria


Decreto Gelmini: tutti i tetti occupati da Pisa a Reggio Calabria
29/11/2010, 20:11

Stop alla didattica in simultanea nei tre atenei di Pisa, contro il ddl Gelmini che domani riceverà il voto finale. Sono numerose le facoltà dell'università statale occupate da giorni; oggi e' stata presa anche la Scuola Normale Superiore, e sono state bloccate le attività didattiche alla Scuola Sant'Anna, fino a domani, quando il ddl Gelmini sarà votato alla Camera. A Siena, oggi pomeriggio, un'assemblea di circa mille studenti ha deciso di occupare il Rettorato, a conclusione di un corteo che si e' svolto per le strade cittadine; con Economia, sono sei le facolta' occupate. A Firenze, infine, e' stato occupato il tetto del Polo Universitario di Novoli, e circa 200 studenti hanno bloccato i binari della stazione di Rifredi per un'ora e mezzo; la Digos denuncera' gli autori del blocco per interruzione di pubblico servizio. Invece gli studenti dell'Universita' ''Mediterranea'' di Reggio Calabria, oggi, in seguito ad una partecipata assemblea interfacolta', hanno occupato l'Aula Magna di ateneo ''A. Quistelli'' ''per manifestare il completo dissenso verso il ddl Gelmini, domani all'esame della Camera''. ''Chiediamo all'intero Ateneo - dicono gli studenti - la sospensione dell'attivita' didattica, la partecipazione attiva all'occupazione di docenti e di tutto il personale della 'Mediterranea' e alla cittadinanza solidarieta' partecipata''. I lavori dell'assemblea sono ancora in corso. Da circa un'ora gli studenti dell'Universita' Orientale di Napoli hanno occupato palazzo Giusso. Nelle stesse ore veniva presa d'assedio anche la Facolta' di Lettere dell'Universita' Federico II. Gli studenti dei due atenei hanno deciso le occupazioni dopo due distinte assemblee e un corteo che si e' svolto in centro a Napoli questo pomeriggio. L'assemblea studentesca di ateneo dell'Orientale tenuta oggi ha deciso per l'occupazione della sede storica di Palazzo Giusso e per l'interruzione domani di ogni attivita' didattica. Al centro delle contestazioni, il ddl Gelmini che domani sara' votato alla Camera. Stasera gli studenti dormiranno a palazzo Giusso e domani parteciperanno a un corteo che partira' da piazza del Gesu' alle 9,30 per dirigersi alla sede di Confindustria. Stessa situazione si rileva nella facolta' di Lettere della Federico II: e' stata occupata nel tardo pomeriggio dopo che un gruppo di studenti erano andati in Rettorato per una protesta simbolica. Ad Architettura e' stato deciso il blocco della didattica, a Ingegneria e' terminato da poco un incontro tra preside e studenti che pero' hanno deciso di non occupare la sede del politecnico. Intanto per domani a Napoli sono previste due manifestazioni che confluiranno in strada: la prima appunto con partenza da piazza del Gesu', la seconda partira' dal rettorato della Federico II dopo l'assemblea che si terra' alle 9.30.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©