Politica / Politica

Commenta Stampa

Decreto legge Balduzzi, Calabrò: "svilito il ruolo del Senato"


Decreto legge Balduzzi, Calabrò: 'svilito il ruolo del Senato'
25/10/2012, 10:20

Con il pretesto, che certo non eccelle per originalità, dei tempi ristretti, il Governo porrà anche al Senato la fiducia sul Decreto legge 158 del 2012 , sminuendo il ruolo della Camera Alta a esecutore della volontà altrui. Ad affermarlo è il senatore Raffaele Calabrò, il quale aggiunge: "Eppure fino a ieri sera il Governo si era detto disponibile ad alcuni miglioramenti, ammettendo che con un pizzico di volontà da parte di tutti i gruppi e dei due rami del Parlamento, era ancora possibile apportare modifiche e programmare il ritorno in Aula prima del 12 novembre".

Un rospo che i senatori hanno, loro malgrado, mandato giù, dietro garanzia del Ministro della Salute che quei pochi emendamenti concordati, (che avrebbero consentito di dare compiutezza al decreto)  su lavoratori precari, sblocco del turn over  e risk management, saranno introdotti in un altro provvedimento da approvare in tempi brevissimi, prosegue il parlamentare Membro della Commissione Igiene e Sanità del Senato.

A questo proposito il gruppo Pdl ha già avviato la procedura per accelerare  in Commissione i tempi per l'approvazione del provvedimento che dovrà risolvere i nodi irrisolti del cosiddetto Decreto Balduzzi, conclude Calabrò, che ha convocato una conferenza stampa in Senato domani,  nella speranza che il Governo questa volta dimostri la stessa fermezza dei parlamentari del Pdl che sono altrettanto risoluti a non mandare giù altri rospi.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©