Politica / Parlamento

Commenta Stampa

DECRETO SCUOLA: LA SETTIMANA PROSSIMA LA VOTAZIONE ALLA CAMERA


DECRETO SCUOLA: LA SETTIMANA PROSSIMA LA VOTAZIONE ALLA CAMERA
30/09/2008, 15:09

La maggioranza non perde tempo. E' stata già calendarizzata per la settimana prossima la conversione in legge del decreto sulla scuola, che prevede - tra le altre misure - tagli di 8 miliardi di euro e 87 mila insegnanti licenziati nei prossimi tre anni. Ufficialmente il PdL parla di dialogo sulla riforma, ma in realtà si andrà probabilmente all'ennesimo voto di fiducia.

Nel frattempo, al di fuori della maggioranza il provvedimento raccoglie solo critiche. Certamente quelle politiche, come quella di Antonio Di Pietro, leader dell'IDV, che ha spiegato come questa è una riforma decisa in pratica da Tremonti, che ha deciso di tagliare gli 8 miliardi di euro al settore, decidendo quindi le linee guida del provvedimento. Ma anche esterne. Infatti l'82% delle scuole, intervistate da un quindicinale interno al settore scolastico, si è schierata contro la reintroduzione del maestro unico, al posto del "modulo" tuttora utilizzato di tre maestri ogni due classi. E l'Alto Adige ha deciso di utilizzare le proprie prerogative di Regione a Statuto Speciale per rifiutarsi di applicare il ritorno al maestro unico.

Sono critiche interessanti, che andrebbero almeno valutate; ma che vuoi valutare con una quasi certa apposizione della fiducia?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©