Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Mini-proroga concessioni di soli 5 anni

Decreto sviluppo: Governo ko sulle spiagge


Decreto sviluppo: Governo ko sulle spiagge
04/12/2012, 14:47

ROMA - Battuta d’arresto in commissione Industria del Senato in merito alla proroga delle concessioni balneari prevista per 30 anni.  Il  Governo battuto si deve accontentare  di una proroga si soli 5 anni, a seguito anche dei i rilievi della Commissione Bilancio.  Il provvedimento, ora,  passa in aula dove sarà votato a partire dalle 15.

Via libera invece all'emendamento a firma Cinzia Bonfrisco (Pdl, più le firme di alcuni senatori della Lega e dell'Udc) che, intervenendo sulle modalità di conversione tra azioni privilegiate e ordinarie, punta a diluire la quota delle fondazioni in Cassa Depositi favorendo l'ingresso dei privati.

Resta a 500 milioni la soglia per il credito d'imposta alle infrastrutture previsto dal decreto sviluppo. La Commissione Industria del Senato ha infatti bocciato l'emendamento dei relatori che abbassava a 100 milioni l'importo minimo delle opere destinatarie dell'agevolazione

Nel frattempo  il  voto sul decreto sviluppo è ancora in corso alla Camera.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©