Politica / Politica

Commenta Stampa

Il ministro Balduzzi: massimo 3 centesimi a bottiglia

Decretone Sanità, polemiche su tassa bibite

La bozza potrebbe essere ancora limata

Decretone Sanità, polemiche su tassa bibite
28/08/2012, 15:09

ROMA - E' aperta polemica sul decretone sanità, che sarebbe in dirittura d'arrivo. ''Se scoraggiare consumi significa promuovere uno stile di vita più razionale e sobrio non è un risultato malvagio; la preoccupazione economica non ha fondamento'': e' il ministro della Salute Renato Balduzzi a sostenerlo nel corso di una intervista su Radio1. In particolare, sotto accusa è finita la tassazione sulle bibite gassate. Un modo troppo facile di fare cassa, secondo molti:  ma il ministro minimizza, rispondendo che "si tratterebbe al massimo di un aumento di tre centesimi a bottiglietta, il valore importante è far riflettere su necessità di abitudini alimentari migliori specialmente per i più giovani'', con un gettito complessivo ''sui 250 milioni per anno''.

VIDEOPOKER - Il ministro ha anche chiarito, sulla norma che impone 500 metri di distanza dei videopoker dalle scuole e ospedali, che ''non tutto si può fare con divieti e occorrono anche azioni positive e di sensibilizzazione''.

SPORT E CERTIFICATI, UN REFUSO - Nel decretone sarebbe finita una riforma, poi cassata, che avrebbe imposto nuove regole sui certificati: avrebbero potuto stilarli solo i medici dello sport. Ma, a quanto pare, si è trattato di una svista: "Basta il via libera del medico di base. Non si cambiano le regole sui certificatori, si chiede solo certificazione più puntuale e precisa". 

"NON ESCLUSE LIMATURE" - Il ministro, però, non esclude cambiamenti dell'ultimo minuto: il decreto verrà proposto venerdì in Consiglio dei ministri. "Si tratta - ha aggiunto - di disposizioni che vogliono promuovere lo sviluppo dell'Italia tutelando la salute". E, sui medici disponibili h24, "non è una cosa semplice, altrimenti sarebbe già stato fatto, ma è alla portata del nostro Paese, dei suoi medici e dei suoi cittadini".
Per Balduzzi non è secondario nemmeno "il fascicolo sanitario elettronico, una più accurata informazione acquisibile online sulle strutture sanitarie, nella direzione di un maggiore sviluppo del Paese e dell'acquisizione di una maggiore consapevolezza, da parte dei cittadini, della propria salute". Nulla di concreto, ancora, sui ticket altissimi e lo sfascio sanitario:"Ho proposto di studiare una soluzione alternativa - afferma il ministro - che consenta di avere una più equa e trasparente compartecipazione alla spesa".

TASSAZIONE BIBITE, CONSUMATORI: FAMIGLIE GIA' COLPITE - Le associazioni Federconsumatori e Adusbef si dicono contrarie a qualsiasi aumento di tassazione, spiegando che "tra Imu, accise e bolli vari e addizionali regionali, le famiglie italiane quest'anno sono state già colpite per oltre 1.157 euro. Già una cifra enorme che ha corroso fortemente il potere di acquisto. Si vuole peggiorare la situazione? Sarebbe grave per le famiglie ed avrebbe ripercussioni gravi in una economia che già non gode di buona salute".

Secondo l'Aduc, poi, il Ministro Balduzzi "sta solo raschiando il fondo del barile per raccattare qualche soldo: che lo faccia il ministro dell'Economia è comprensibile, ma che lo proponga quello della Salute ci sembra offensivo per la intelligenza dei cittadini". Anche perché, conclude l’Aduc, i risultati salutistici "sono tutti da verificare".

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©