Politica / Regione

Commenta Stampa

Antonio Amato alla Regione Campania

Dedichiamo a Giancarlo Siani l’approvazione degli ordini del giorno


Dedichiamo a Giancarlo Siani l’approvazione degli ordini del giorno
22/09/2010, 16:09

«Oggi il consiglio regionale della Campania ha assunto decisioni importanti per il contrasto alla criminalità organizzata attraverso il sostegno al riutilizzo dei beni confiscati e l’impegno alla riappropriazione pubblica di un patrimonio dell’umanità come il Lago d’Averno assurdamente entrato nei possedimenti della camorra» lo afferma il Presidente della Commissione Regionale sui beni confiscati Antonio Amato alla luce dell’approvazione all’unanimità dei due ordini del giorno predisposti dalla III Commissione speciale, il primo per la riattivazione del “Protocollo per la realizzazione di un programma condiviso di sviluppo occupazionale sui beni confiscati alla criminalità organizzata”, il secondo per la riappropriazione pubblica e la valorizzazione del Lago d’Averno «Con l’approvazione dell’ordine del giorno per la riattivazione del protocollo sottoscritto da regione e Ministero al Lavoro, il consiglio impegna la giunta, nelle more delle possibilità di spesa, a ripristinare il finanziamento di 720 mila euro per sostenere lo sviluppo occupazionale sui beni confiscati, così come previsto dal protocollo. La sospensione di questo protocollo, determinata dallo sforamento del patto di stabilità, rischiava di segnare un pericoloso arretramento dello Stato nella dura lotta di contrasto alla criminalità organizzata. Il consiglio regionale, invece, ha voluto rimarcare la centralità, in questo campo, del riutilizzo dei beni confiscati, cui deve essere garantito il massimo sostegno. Con l’approvazione dell’ordine del giorno sul Lago D’Averno, poi» continua Amato «si impegna la regione a realizzare tutti gli atti necessari per far rientrare il Lago nei possedimenti pubblici, predisponendo un piano d’intervento per la sua valorizzazione. Come commissione, di concerto con la giunta, attiveremo ora un tavolo permanente con tutti i soggetti interessati per seguire con la massima attenzione le evoluzioni della vicenda. Il voto unanime del consiglio» continua Amato «è un atto di grande responsabilità e sono felice sia giunto alla vigilia dell’anniversario del barbaro assassinio di Giancarlo Siani. Come presidente di una commissione impegnata nel contrasto alla camorra» conclude «voglio dedicare alla sua memoria questo voto, perché le istituzioni, al di là delle doverose commemorazioni, devono onorare con atti concreti la memoria di quanti, come Siani, Vassallo, e le tante altre vittime innocenti di camorra, hanno pagato con la loro vita il loro impegno e coraggio civile»

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©