Politica / Politica

Commenta Stampa

Non serve a nessuno

Dell’Utri sceglie di non candidarsi


Dell’Utri sceglie di non candidarsi
20/01/2013, 11:09

ROMA – Dopo una serie di polemiche, dichiarazioni e smentite, Marcello Dell'Utri annuncia la sua rinuncia a correre per le elezioni.
Il senatore del Pdl al Fatto Quotidiano, dichiara: “Finisce qui, ritiro la mia candidatura”.
L’uomo di fiducia di Berlusconi poi cerca di chiarire i perché della sua scelta, e dice: “Silvio continua a dirmi che possiamo trovare una soluzione, che c’è' tempo fino a lunedì' sera. Ma ho deciso: non mi presento alle elezioni. Ci ho riflettuto bene il Pdl sta salendo nei sondaggi, la vittoria non è impossibile, ma è improbabile. Non voglio fare da capro espiatorio, non voglio che si dica: Abbiamo perso per colpa di Dell'Utri”.
Il senatore poi aggiunge: “La scelta è maturata anche perché siamo al capolinea. Se non fossi stato in Parlamento, è vero, sarei già finito in galera. Ma ora non serve più a niente.
In caso di condanna definitiva non c’è scudo che tenga, nemmeno quello parlamentare. Io comunque sono ottimista, spero che i giudici capiscano che quelle accuse non esistono”.Dell’Utri poi conclude dicendo: “Il mio è un gesto di amicizia. Certo che non mi conviene, ma dopotutto, ripeto, la storia è arrivata alla fine. E' il momento di chiudere. La mia candidatura non serve più a nessuno. Nemmeno a me”.

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©