Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"Solo un criminale che vuole rifarsi il look"

Dell'Utri:"Spatuzza santificato, io assassino"


Dell'Utri:'Spatuzza santificato, io assassino'
07/12/2009, 20:12

Marcello Dell'Utri si sfoga senza mezzi termini e, durante la registrazione di una puntata di "Porta a Porta", attacca con forza il pentito di mafia Gaspere Spatuzza: "E' un assassino efferato e non capisco come si possa dopo tanti anni dirsi convertito o pentito per ciò che ha fatto"; sostiene infatti il Senatore che poi aggiunge:"Lui viene santificato e io vengo fatto passare per criminale e stragista" e precisa:"Faccio fatica a pensare che si possa solo immaginare un mio coinvolgimento nelle stragi".
Per dell'Utri, i motivi che spingono Spatuzza a muovere certe accuse, sono chiarissimi:"Lobiettivo e' chiaro: ottiene prebende, ottiene di uscire dal carcere, di fare una plastica al volto gratuita, lavoro per lui e per le persone a lui vicine".
Se le dichiarazioni del Senatore del Pdl siano spinte più dalla rabbia o dal timore non è ancora dato saperlo: l'italia sull'affare Spatuzza infatti si divide ma, in buona sostanza, data l'impossibilità attuale di affiancare le dichiarazioni del pentito a prove concrete e verificabili, le forze in campo restano ognuna sulla propria posizione: gli anti-berlusconiani già convinti della colpevolezza del Premier e di quello che viene considerato da sempre il suo alfiere e, i sostenitori del Pdl, dall'altra parte della barricata nella strenua difesa del loro leader.
"La bomba atomica" di cui parlava Gianfranco Fini, per ora, non trova un innesco efficace. Tuttavia il timer sembra partito e tutti seguono il countdown con il fiato sospeso. Se si tratterà di una bomba giocattolo o di un vero ordigno spacca poltrone (politiche e governative) potrà stabilirlo solo la Magistratura. E se le accuse di Spatuzza dovessero rivelarsi un cumulo poco rilevante di racconti e ricordi, agli oppositori del Presidente del Consiglio, non rimarrà che una scelta: prodursi nella stesura di un programma politico credibile e realmente alternativo a quello dell'attuale governo. Sta di certro che, quando Dell'Utri parla di "mafia che vuole delegittimare lo Stato perchè lo Stato la sta attaccando violentemente", si trova clamorosamente smentito dalle dichiarazioni al fulmicone del Segretario Generale del COISP Franco Maccari (cliccate qui per leggere l'articolo).

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©