Politica / Regione

Commenta Stampa

Demolizioni case abusive, Passariello: la soluzione è modificare la legge


Demolizioni case abusive, Passariello: la soluzione è modificare la legge
13/03/2010, 19:03

“Sono contento del fatto che il mio appello non sia rimasto lettera morta e che finalmente il caso degli abbattimenti in Campania sia diventato oggetto dell’agenda politico-istituzionale. – lo afferma in una nota il consigliere regionale del Pdl, Luciano Passariello – Come ho già avuto modo di dire in passato, la questione delle demolizioni è un tema di cui la politica ha il dovere di interessarsi visto l’enorme numero di cittadini coinvolti. Come sempre, bisogna trovare una giusta mediazione tra le esigenze del territorio e il rispetto delle norme. Per questo motivo – continua l’esponente del Pdl – abbiamo studiato una soluzione che metteremo subito a disposizione del candidato Presidente Caldoro: infatti, al di là dei falsi annunci o delle richieste di sospensione a tempo, la Regione Campania può intervenire direttamente nella questione. E’ necessario modificare, con un solo comma, la legge regionale 16/2004, “Norme sul governo del territorio”, affinchè ai Comuni venga data la possibilità di assorbimento degli immobili. In poche parole ogni Comune dopo avere verificato l’edilizia abusiva commessa sul proprio territorio, e dopo averne controllato la sicurezza può assorbire al patrimonio comunale gli edifici e, attraverso lo strumento della perequazione urbana, con gli introiti ricevuti dall’assorbimento (attraverso sanzioni una tantum o contributi imposti) avere la possibilità di costruire infrastrutture e servizi necessari al sano sviluppo del territorio. In questo modo si potrebbe sanare una ferita che coinvolge miglia di famiglie e nel frattempo procedere al recupero reale della regione Campania. Nelle more di una modifca normativa – conclude Passariello - è necessario che entrambi i i candidati prendano impegni seri sul tema e per questo motivo invito Caldoro e De Luca ad aprire un tavolo di confronto con tutti gli attori istituzionali e non coinvolti nella questione affinchè la sospensione degli abbattimenti non sia un evento legato solo e soltanto alle scadenze elettorali.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©