Politica / Regione

Commenta Stampa

Le vittime sono proprio i più bisognosi

Denuncia Cgil: in 5 anni risorse welfare ridotte del 75%


Denuncia Cgil: in 5 anni risorse welfare ridotte del 75%
29/01/2013, 10:24

ROMA - Negli ultimi cinque anni prima i governi Berlusconi e poi il governo Monti hanno praticamente azzerato i soldi per il welfare. E' questa la denuncia della Spi Cgil, che mostra i numeri tratti dal bilancio statale. SOlo per il Fondo per le politiche sociale, la riduzione è stata da 923 milioni a 70. In particolare il Fondo per la non autosufficienza, che nel 2010 aveva ancora 400 milioni a disposizione, ma è stato azzerato dal governo Berlusconi e non rifinanziato dal governo Monti. 
Analoghe riduzioni sono state fatte nel Fondo per le politiche per la famiglia (da 185 a 32 milioni) e quello per le politiche giovanili (da 94 a 8 milioni). Di fatto si tratta di cifre così basse che rendono impossibile qualsiasi politica di lungo periodo. Non a caso, la Cgil ha definito questo come "l'anno zero del welfare pubblico". 
Eppure si tratta di un argomento completamente assente dalla campagna elettorale. In Tv nessuno parla di questo e nessuno sembra interessato ad un miglioramento delle condizioni di vita degli italiani più bisognosi.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©