Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Bnl sotto processo

Di Girolamo, guai giudiziarai ancora in corsa


Di Girolamo, guai giudiziarai ancora in corsa
11/10/2010, 22:10

Nicola Di Girolamo, ex senatore Pdl, è di nuovo nei guai con la giustizia. La procura di Roma ha chiesto il suo rinvio a giudizio e quello di altre quattro persone per una serie di fidi emessi dalla Bnl a favore di societa' in ''sofferenza'', ossia sull'orlo del fallimento, e, quindi, prive delle garanzie di rientro. A sollecitare il processo, per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e bancarotta, sono stati il procuratore aggiunto Nello Rossi ed il sostituto Paolo D'Ovidio.
Con Di Girolamo rischiano di finire sotto processo Francesco Di Paola Greco, gia' funzionario della Bnl presso la filiale di Roma Nord, Giovanni Sabatelli, Aldo Spadella ed Ignazio Restivo, tutti soci o cogestori di societa' od intermediari, insieme con lo stesso Di Girolamo.
Secondo l'accusa, gli ultimi quattro, con la complicita' di Greco, avrebbero chiesto ed ottenuto complessivamente circa due milioni di euro dalla Bnl per il finanziamento di alcune societa' rappresentando una situazione patrimoniale delle societa' stesse diversa da quella reale e distraendo in proprio favore le somme ricevute.
L'inchiesta e' partita proprio dal fallimento di una di queste societa'. Di Girolamo e' tuttora agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sul maxiriciclaggio che ha coinvolto anche gli ex vertici di Fastweb e di Telecom Sparkle. Recentemente ha concordato di patteggiare con i pm cinque anni di reclusione e la restituzione di quattro milioni e 700 mila euro, provento dell'attivita' di riciclaggio finita nelle tasche dell'ex parlamentare.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©