Politica / Politica

Commenta Stampa

"Via il mio nome dal simbolo di partito, siamo maturi"

Di Pietro: "Alle elezioni da soli o con De Magistris"


Di Pietro: 'Alle elezioni da soli o con De Magistris'
15/12/2012, 15:31

ROMA - Antonio Di Pietro, leader dell'Idv, ha parlato davanti all'assemblea nazionale del suo partito, che si tiene oggi a Roma. Stabilendo le linee guida dell'azione di partito nel prossimo futuro. 
Innanzitutto le alleanze per le elezioni del 2013, a cominciare con quelal, tramontata, col Pd: "L'altro giorno ho assistito al massimo del compromesso. Bersani favorevole all'accordo con i moderati dopo le elezioni. Ma noi non siamo disposti a piegarci a logiche di poltrona: non sto dicendo addio all'alleanza con il Pd, ma prendo atto che se questo è quel che vuole, allora il centrosinistra è estinto". Quindi l'Idv tenterà di presentarsi con una lista civica che comprenda anche il Movimento Arancione di De Magistris e altre formazioni di estrema sinistra. Qualora questa lista civica non venisse concordata, l'Idv si presenterà da sola. Ma con un simbolo diverso, garantisce Di Pietro: "Toglierò il mio nome dal simbolo. Non vi preoccupate, non vado via, ma è l'ora della maturità, siamo diventati adulti". 
E per il futuro meno immediato? E' previsto a settembre 2013 il congresso. E in quella occasione Di Pietro rimetterà il mandato, lasciando che sia il partito a decidere se rinnovarglielo o meno.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©