Politica / Politica

Commenta Stampa

Articolo 18, finanziamento ai partiti i due principali

Di Pietro ci riprova: oggi presenta altri 4 referendum


Di Pietro ci riprova: oggi presenta altri 4 referendum
01/08/2012, 09:39

ROMA - Oggi, alle 10,45, Antonio Di Pietro presenterà in Corte di Cassazione quattro nuovi quesiti referendari, con l'obiettivo di fare meglio dell'anno scorso, quando il referendum sulla modifica della legge elettorale venne bocciato dalla Corte Costituzionale. 
I quattro referendum riguardano l'abolizione delle modifiche all'articolo 18, che ne hanno di fatto svuotato il potere deterrente contro i licenziamenti senza giusta causa; l'abolizione dei rimborsi elettorali previsti per i partiti; l'abolizione della diaria dei parlamentari, una voce che costa allo Stato oltre 4 milioni al mese; ed infine l'abolizione dell'articolo 8 della legge 138 del 2011. Si tratta di una legge, quest'ultima, varata dal governo Berlusconi e che consente, alle società, di derogare dal Contratto Nazionale della categoria di appartenenza a proprio piacimento, basta una dichiarazione di stato di emergenza o di crisi. 
La raccolta firme verrà fatta, annuncia Di Pietro sul suo blog, tra ottobre e gennaio 2013 mentre il voto non sarà prima dell'aprile 2014 (nell'anno di elezioni politiche nazionali i referendum sono vietati dalla Costituzione e l'anno prossimo si dovrebbe votare), sempre che venga superato lo scoglio delle 500 mila firme e quello della verifica della Corte Costituzionale. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©