Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Richiesta di audizione dell'ex presidente dell'Antimafia

Di Pietro: “Dopo aver letto il papello, ascoltare Violante”


Di Pietro: “Dopo aver letto il papello, ascoltare Violante”
20/10/2009, 20:10

E' necessario ascoltare l'ex presidente della Commissione parlamentare Antimafia Luciano Violante per conoscere il motivo della mancata audizione di Vito Ciancimino in merito alle stragi degli anni 90. E' questa in sintesi la richiesta di Antonio Di Pietro, presidente dell'Italia dei valori e componente dell'Antimafia."Oggi, in commissione Antimafia -dichiara Di Pietro- abbiamo messo le mani su un documento che dimostra in modo inequivocabile che, negli anni '92,' 93 e '94, un pezzo di Stato e importanti uomini politici hanno occultato la possibilità di conoscere e far conoscere al Paese le ragioni per cui in quegli anni ci furono le stragi di mafia". Per il leader dell'Idv si tratta di una questione non solo politica ma anche morale che va affrontata e risolta. “La Commissione parlamentare Antimafia -continua Di Pietro- in quegli anni, non ritenne di ascoltare Vito Ciancimino che ne aveva fatto espressa richiesta, addirittura con una lettera scritta. Ciancimino era a conoscenza di fatti e circostanze che riguardavano le stragi di mafia di quell'epoca (Falcone e Borsellino compresi) e degli oscuri rapporti tra mafia e Stato e voleva informarne la Commissione. Evidentemente qualcuno in alto, molto in alto, non voleva che si conoscesse la verità ed ha lasciato cosi' che prima proseguissero le stragi e poi che si instaurasse un'immorale trattativa tra Stato e mafia”. Accuse pesanti quelle di Di Pietro che per questo motivo ha richiesto, nella giornata di oggi, l'audizione urgente di Luciano Violante, l'allora presidente della Commissione Antimafia.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©