Politica / Regione

Commenta Stampa

Dichiarazione di Giovanni F. Russo sul Piano Rifiuti della Regione


Dichiarazione di Giovanni F. Russo sul Piano Rifiuti della Regione
29/03/2011, 17:03

"Mentre in tutto il mondo si ripensa e si ridiscute il rapporto tra profitto e salute dei cittadini il nostro impavido governo regionale vuole la costruzione di nuovi impianti per la termovalorizzazione e vuoli farli con il metodo più insensato: il progetto di finanza, ovvero più spazzatura si brucerà più il privato guadagnerà. Questa scelta chiaramente figlia di interessi economici che sono apparsi chiari all'epoca dello scontro Carfagna - Cosentino è ancora più assurda per la questione Taverna del Re. Noi del Pd da tempo proponiamo al Comune di istituire una commissione di esperti per arrivare ad una soluzione condivisa e poniamo in seria cosiderazione l'idea di seppellire le ecoballe in un sarcofago di cemento in modo da mettere la parola fine a questa incresciosa vicenda. La vicenda assume dei tratti grotteschi se si pensa che i soldi che questi privati investiranno saranno poi ripagati con le nostre bollette della luce: un modo per far pagare al cittadino le scelte sbagliate della politica. Senza voler poi affrontare la questione "controlli": costruire un impianto in piena terra di camorra equivale a consegnare ai clan un nuovo metodo per gli smaltimenti illegali chiavi in mano. E' questo che si vuole per il futuro del Giuglianese? Auspichiamo che il Sindaco Pianese dopo aver avvalato per ben due volte la riapertura di Taverna del Re senza ottenere nulla in cambio per la comunità condanni questa decisione e non si renda complice di questo nuovo sacco del territorio. Non capiamo una logica che da un lato porta ad essere tentennanti sul chiudere dei pozzi inquinati e poi invece apre le porte ad un impianto che oggi a nulla serve. Il Sindaco farebbe bene a tutelare i nostri interessi e non nascondersi dietro le sue assenze: si dia subito da fare per organizzare una seria differenziata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©