Politica / Napoli

Commenta Stampa

Si partirà dai campi di Scampia e Secondigliano

Differenziata: un progetto di raccolta per i campi rom

Presentato stamane da Sindaco, Prefetto e Provincia

.

Differenziata: un progetto di raccolta per i campi rom
11/10/2011, 12:10

Estendere la raccolta differenziata all'intera città. E quando si parla di "interezza" a Napoli, si vuole intendere anche quegli spazi spesso obliati dai progetti comunali, e che invece in tema rifiuti risultano di essenziale inglobazione. Prende così il via un progetto, considerato pilota, per la raccolta differenziata all’interno dei campi nomadi di Scampia e Secondigliano. Si tratta di una programmazione strutturale che punta alla sensiilizzazione e formazione anche della comunità rom, e che vedrà il servizio di raccolta completamente affidato agli stessi abitanti dei villaggi.  Una scommessa  per il raggiungimento di almeno due  obiettivi: l’opportunità per i rom di partecipare a progetti formativi di lavoro ed il miglioramento delle condizioni igienico- sanitarie degli insediamenti rom, nell’attesa della costruzione del nuovo villaggio di Scampia il cui progetto è finalmente arrivato alla fase esecutiva. Il progetto elaborato dalla Provincia di Napoli, è stato finanziato dal Ministero dell’Interno su proposta  del Prefetto di Napoli, con la concessione di un contributo straordinario di € 200.000. Una parte del finanziamento è stata già utilizzata in favore dei minori rom con borse di studio e con progetti in ambito sportivo che hanno avuto grande impatto e massiccia adesione; oltre 110.000,00 euro verranno, invece, destinati al progetto della raccolta differenziata. Questi i numeri presentati stamane dal Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, dal Prefetto, Andrea De Martino, e dal presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©