Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Disabilità, De Lieto (PPI): necessaria più attenzione e meno arroganza


Disabilità, De Lieto (PPI): necessaria più attenzione e meno arroganza
25/02/2011, 15:02

Le barriere architettoniche sono una vergogna dei nostri giorni – ha dichiarato Antonio de Lieto, Segretario del Partito Pensionati per l’Italia - I diversamente abili a cui viene negato il diritto a vivere la città, il territorio, a fruire, in sintesi, della realtà in cui vivono, anche da anni e dove uno scalino, un marciapiede, rappresentano ostacoli insormontabili per raggiungere un ufficio, fare un’operazione, anche la più elementare, svolta tutti i giorni dai cosiddetti normodotati.
Forse in troppi non riflettono sulla possibilità, per chiunque, di diventare disabili da un momento all’altro, per una caduta, un incidente, una malattia.
I “Pensionati per l’Italia”, - ha continuato DE LIETO - da sempre, sono a fianco di questi cittadini che hanno il sacrosanto diritto a vedersi riconoscere la loro condizione di cittadini a tutti gli effetti e non, certamente, cittadini di serie B e talvolta, quasi un ingombro, un fastidio da evitare, da non considerare o degni soltanto di uno sguardo di commiserazione stupida e sciocca.
Non è credibile ha rimarcato DE LIETO - che qualcuno si senta in diritto di “avere altro da fare” di fronte a problemi che riguardano la disabilità, che concernono i diritti dei disabili, la loro dignità, il loro essere cittadini. Bene farebbero tutti a pensare e riflettere su questi problemi.
Anche il comune di Volturara Irpina (AV) - ha evidenziato il leader dei “Pensionati per l’Italia” - deve fare la sua parte per abbattere barriere architettoniche, per consentire, innanzitutto, il libero accesso a tutti i disabili negli uffici di pertinenza comunale, monitorare l’intero territorio per garantire scivoli, avvisatori acustici ed imporre la cassetta per la spedizione postale in modo da consentirne l’utilizzo anche ai disabili, garantire altresì l’attraversamento di una strada, monitorare la presenza in tutti i locali pubblici di idonei servizi igienici per disabili.
Il Comune – a giudizio dei “Pensionati per l’Italia” – deve essere il primo baluardo di garanzia per i propri cittadini, girarsi dall’altra parte non deve essere consentito a nessuno, proprio a nessuno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©