Politica / Politica

Commenta Stampa

Disease-mongering: Porfidia (NpS): "Presentata interrogazione al Ministro della salute"


Disease-mongering: Porfidia (NpS): 'Presentata interrogazione al Ministro della salute'
12/06/2012, 16:06

Roma, 12 giugno 2012- "Col termine disease-mongering si indica quella pratica di vero e proprio marketing che viene utilizzata dalle multinazionali farmaceutiche nei casi più estremi per «inventare» delle patologie per poi commercializzare dei farmaci, ma anche per modificare i criteri diagnostici di una patologia che esiste realmente al solo fine di creare nuovi malati a cui vendere i farmaci.” Si legge nel testo dell’interrogazione presentata al Ministro della salute dall’on. Americo Porfidia Presidente nazionale dell’NpS - Per il partito del Sud – Noi Sud. “E’ un fenomeno che sebbene denunciato a più riprese dalle associazioni dei consumatori risulta ancora poco conosciuto a livello di opinione pubblica, pur generando importanti conseguenze economiche sui bilanci degli enti pubblici che assicurano il servizio sanitario nazionale. Il risultato di una buona campagna di disease-mongering è l’aumento sconsiderato del numero di pazienti con conseguente arricchimento delle aziende farmaceutiche ed asservimento della classe medica; in ultima istanza l’etica medica lascia completamente il posto alla logica del profitto ed il paziente non viene più considerato in quanto tale ma come mero consumatore di farmaci. Da un'inchiesta dell'AgenParl sul fenomeno disease mongering, in Italia emerge un significativo aumento del consumo di farmaci e un'impennata del numero delle ricette mediche nel corso del 2011. In totale si parla di qualcosa come oltre un miliardo e 80 milioni di confezioni di medicinali erogate da Stato e regioni. Abbiamo interrogato il Ministro Balduzzi – conclude Porfidia - per sapere quali iniziative il Governo intende assumere per combattere il fenomeno a difesa del diritto alla salute dei cittadini e frenare l’ulteriore spreco di denaro pubblico”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©