Politica / Politica

Commenta Stampa

Dissesti Viale Virgilio. La Municipalità: "subito interventi altrimenti la strada va chiusa"


Dissesti Viale Virgilio. La Municipalità: 'subito interventi altrimenti la strada va chiusa'
10/02/2012, 17:02

<<Stamani - dichiarano il Presidente Chiosi, il Delegato alla Manutenzione Boccalatte ed il Vice Presidente della Commissione Ambiente Manna - nel corso di un sopralluogo congiunto con la Commissione Ambiente del Comune in Viale Virgilio, si è constatato quanto sia pericolosa quella strada, a causa delle radici affioranti degli alberi.
La situazione - commentano gli esponenti della Municipalità - è davvero preoccupante e coinvolge anche Via Boccaccio e l'ultimo tratto di Via Manzoni. Si è avanzata l'ipotesi tecnica di restringere le carreggiate per dare spazio alle radici degli alberi ma, a nostro avviso, questa non può essere una soluzione. In questo modo si andrebbero solo ad aumentare i disagi dei residenti e degli operatori. Anche l'idea avanzata dai Consiglieri Comunali di dichiarare quelle strade ZTL non aiuterebbe a risolvere il problema perché comunque permarrebbe lo stato di dissesto stradale.
L'unica soluzione - continuano Chiosi, Boccalatte e Manna - è intervenire per il rifacimento delle pavimentazioni stradali. E se qualche albero dovesse essere rimosso se ne potrebbero piantare degli altri che ben si integrano nel tessuto urbano.
Quelle strade, come molte altre principali, non possono più essere abbandonate. E' necessario ogni sforzo economico perché ne va della pubblica e privata incolumità. Anche se siamo poco fiduciosi visto che a due passi vi è Via Tito Lucrezio Caro che dall'inizio di Novembre è chiusa per una frana. E l'amministrazione non interviene nonostante un preventivo di spesa di circa tredicimila euro!
Nell'immediato - concludono Chiosi, Boccalatte e Manna - chiediamo che venga installata una idonea segnaletica di pericolo, che vengano eliminate almeno le buche, altrimenti chiederemo la chiusura delle strade ed il loro sequestro. Siamo comunque grati alla Commissione Ambiente del Comune ed ai Consiglieri Comunale che si stanno interessando, anch'essi, al problema>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©