Politica / Parlamento

Commenta Stampa

DISSIDI NELLA MAGGIORANZA SUL VOTO AGLI IMMIGRATI


DISSIDI NELLA MAGGIORANZA SUL VOTO AGLI IMMIGRATI
04/09/2008, 13:09

Dopo l'apertura al dialogo fatta ieri sera alla Festa dell'Unità da Gianfranco Fini, presidente della Camera, sulla possibilità di fare un provvedimento che conceda agli immigrati la possibilità di votare alle elezioni amministrative dopo soli 5 anni di permanenza in Italia, immediato arriva lo stop da parte della Lega. Infatti il Ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha negato la possibilità di un provvedimento del genere, asserendo che il limite per votare è la cittadinanza italiana, che si ottiene dopo 10 anni di permanenza in Italia e che la Lega è contraria a qualsiasi "scorciatoia". Dello stesso avviso anche Maurizio Gasparri, Presidente dei senatori del PdL, che considera una scelta sbagliata dare il voto a chi non è cittadino italiano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©