Politica / Parlamento

Commenta Stampa

DL anticrisi: la maggioranza chiude la discussione e va verso la fiducia


DL anticrisi: la maggioranza chiude la discussione e va verso la fiducia
23/07/2009, 11:07

Alla Camera prosegue la discussione sul decreto legge cosiddetto anticrisi, anche se il termine "discussione" forse è fuorviante. Infatti, con l'ennesima dimostrazione di forza e di arroganza, ieri la maggioranza ha fatto approvare dall'aula - con 244 sì e 119 no - una mozione per chiudere la discussione, che prevedeva ancora una trentina di oratori, tutti dell'opposizione, ognuno di loro con 30 minuti di tempo per illustrare il loro parere sul decreto. Adesso sono rimasti solo 30 minuti per gruppo, con evidente lesione della libertà di esprimersi.
Ma la maggioranza ha fretta e vuole mettere la fiducia sul provvedimento, come è solita fare quando sono leggi economiche. E anche questa volta, intende farlo violando gli accordi presi, persino quelli presi tra di loro. Infatti il governo aveva promesso al Presidente della Camera Gianfranco Fini, che sarebbe stato rispettato il lavoro fatto nelle commissioni, inserendo nell'eventuale maxiemendamento su cui apporre la fiducia anche le correzioni approntate in Commissione. Cosa che per ora non è stata fatta, in quanto la prima bozza del maxiemendamento ricopia pedissequamente il contenuto del decreto così come uscito dal Consiglio dei Ministri.
Ma si sa che questo governo considera il Parlamento come una inutile appendice, che deve solo approvare i provvedimenti come escono dalle vulcaniche menti di Berlusconi e Tremonti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©